Menu
Invia un messaggio WhatsApp a Eric +316 888 00 666
2.1m
Domande? Email eric@newyorkcity.it
Ellis Island a New York

Ellis Island a New York

Ellis Island a New York

Ellis Island è nota come l’isola dell’immigrazione perché usata come punto d’ingresso negli Stati Uniti da milioni di immigrati che volevano perseguire i loro sogni. Dopo tutto, l’America è stata terra di libertà e la patria di persone coraggiose. Ognuno poteva realizzare il Sogno Americano, cosa impossibile nel proprio Paese d’origine.

Compra qui i biglietti per la Statua della Libertà ed Ellis Island

L’Isola delle Lacrime

Qualcuno probabilmente saprà che Ellis Island fu usata come punto d’ingresso agli immigrati solo nel 1892. Prima di allora, per circa 35 anni, lo Stato di New York ha fatto transitare 8 milioni di immigrati per il Castle Garden Immigration Depot situato in Lower Manhattan. All’inaugurazione dell’isola entrarono negli Stati Uniti 700 immigrati – la prima fu la quindicenne Annie Moore. Gli immigrati dovevano passare una visita medica (per stabilire se potevano entrare o meno) e rispondere a numerose domande. Solo al 2% non fu concesso l’ingresso per ragioni sanitarie o per altri motivi, e per questa piccola percentuale Ellis Island fu ricordata come l’Isola delle Lacrime.

Il nome ufficiale dell’isola è dovuto a Samuel Ellis che la acquistò nel 1785. Fu ceduta poi agli Stati Uniti nel 1808. Fino al 1814 c’è stato un arsenale militare essendo stata zona militare per quasi 80 anni. Oggi, Ellis Island è proprietà federale ma fa parte degli Stati di New York e del New Jersey. Infatti oggi è parte di Jersey City. Dietro tutto questo c’è una piccola storia, e tanta burocrazia, che hanno portato a questa scelta.

Ellis Island a New York - Museo  Ellis Island a New York - Immigrati

L’Isola delle Ostriche

Ellis Island, insieme alla Island Liberty e Black Tom, erano chiamate una volta le Isole delle Ostriche per il fatto che c’era un’ampia coltivazione di questi pregiati molluschi. Per tre secoli, queste isole furono la principale risorsa di ostriche fino a quando lo scarico di rifiuti ne ha distrutto le coltivazioni. Fu proprio quest’ultimo il motivo della disputa sulla sovranità di stato. La Corte Suprema ha stabilito solo nel 1998 che gran parte dell’isola creata artificialmente dovesse appartenere al New Jersey, mentre la parte originaria dell’isola (intorno al 20%) allo Stato di New York. Questo significa che ci sono alcune zone dell’isola che sono parte di New York e altre del New Jersey. Quando vai lì in visita non c’è una grande differenza visto che entrambi gli Stati sono sotto la stessa giurisdizione. Ellis Island non ha un vero indirizzo: Manhattan Block 1, Lot 201.

Nel 1965 Ellis Island divenne parte della Statua della Libertà. Dal 1990 c’è un museo sull’immigrazione che conserva documenti successivi al 1887 (quelli precedenti a questa data furono distrutti in un incendio).

Il suggerimento di Eric: all’interno dell’Ellis Island Museum tutti possono usare i computer per accedere agli archivi dell’immigrazione. Sei diventato curioso se anche i tuoi antenati sono entrati negli Stati Uniti tramite Ellis Island? Prova a cercare il tuo cognome nel database!

Ellis Island a New York - Entrata del museo Ellis Island a New York - Veduta di Manhattan

Come raggiungere Ellis Island?

Ellis Island può essere raggiunta solo con un traghetto che parte da Battery Park e si ferma prima alla Statua della Libertà. I traghetti partono ogni 40 minuti ma sono molto affollati. I biglietti per la corsa sono inclusi nel New York CityPASS, il New York Pass e l’Explorer Pass.

Tour salta la fila

Se vuoi evitare la fila e saperne di più sull’Ellis Island e della Signora Libertà, allora prenota lo Skip the Line Walking Tour. Non solo salti la fila (spesso molto lunga) ma conoscerai molto di più di entrambe le isole grazie alla guida.

Prenota i biglietti per Ellis Island e la Liberty Island qui

Ellis Island a New York - Statue Cruises Ellis Island a New York - Registro

Ti potrebbero anche interessare:

I commenti sono chiusi.

Eric's New York Find it for free on the App Store
App store Google play
L’uso di questo sito implica il consenso all’utilizzo dei cookie e la normativa sulla privacy. Per maggiori informazioni leggi qui.

Iscriviti alla mia newsletter


Cerca biglietti