Viaggiare a New York: E per quanto riguarda la vaccinazione, i bambini e il tampone COVID-19?

Viaggiare a New York - E per quanto riguarda la vaccinazione, i bambini e il tampone COVID-19?

Ora che le persone vaccinate possono viaggiare di nuovo a New York, tutti i giorni mi vengono fatte domande sul vaccino, sul fatto di viaggiare a New York con bambini e sul tampone COVID-19. In questo blog risponderò a tutte le domande.

Ultimo aggiornamento: 25 maggio 2022

Quando sei completamente vaccinato?

Secondo gli Stati Uniti, sei completamente vaccinato 2 settimane dopo aver ricevuto la seconda dose di uno dei vaccini Pfizer, Moderna, AstraZeneca, Covidhield, BIBP/Sinopharm, Novavax o Sinovac, dopo aver ricevuto la dose unica del vaccino Johnson & Johnson o dopo una qualsiasi altra combinazione “mix-and-match”.

I bambini devono essere vaccinati?

I bambini che hanno compiuto 17 anni o quelli più piccoli non devono essere vaccinati per viaggiare negli Stati Uniti d’America. Le persone che hanno almeno 18 anni e quelle più grandi devono essere vaccinate.

A New York, la prova della vaccinazione non è più richiesta.

Devo fare il tampone COVID-19 anche se sono vaccinato?

Si, tutte le persone al di sopra dei 2 anni sono obbligate a fare un tampone COVID-19 prima del viaggio. Il tampone COVID-19 dev’essere fatto entro un giorno prima del viaggio.

E se sono recentemente guarito dal COVID-19?

Prima, la mia esperienza personale, dopo aver aiutato migliaia di viaggiatori negli ultimi mesi, e i miei viaggi personali, dopo la guarigione dal COVID-19: se sei guarito dal COVID-19 più di 10 giorni fa, c’è una possibilità bassissima che il test antigenico ti dia ancora un risultato positivo. Nella mia esperienza, fare il tampone il giorno prima del viaggio è molto più facile che fornire la necessaria documentazione di guarigione, che spesso è molto complicata e dà spazio a una diversa interpretazione.

Ufficialmente, le persone che sono guarite dal COVID-19 negli ultimi 90 giorni, sono autorizzate a viaggiare con una prova che ne dimostri la guarigione. Questa consiste nel risultato positivo al test virale e in una lettera firmata da un operatore sanitario autorizzato o da un funzionario della sanità pubblica che dichiara che sei autorizzato a viaggiare. Il risultato positivo del test e la lettera insieme sono chiamati “documentazione di guarigione”. Ricorda che devi comunque essere completamente vaccinato.

Il risultato positivo del tuo test virale deve essere valido per i viaggi internazionali, comprese le informazioni sul tipo di test, l’emittente, la data di raccolta del campione e i tuoi dati personali. È necessario mostrare la documentazione prima di imbarcarsi su un volo per gli Stati Uniti e questa potrebbe anche essere richiesta all’arrivo in aeroporto.

Se non sei ancora sicuro della prova di guarigione e non vuoi fare il test un giorno prima del volo, informati presso la tua compagnia aerea prima del viaggio.

Devo fare un tampone COVID-19 per il viaggio di ritorno?

Attualmente, non è necessario fare un tampone COVID-19 per tornare in Italia. Nel caso tu voglia fare il test a New York, è molto facile da fare. Leggi di più su come fare un tampone COVID-19 qui.

Cosa succede se sono positivo al test a New York?

Se sei risultato positivo al COVID-19 a New York, puoi contattarmi all’indirizzo [email protected] e ti seguirò in tutte le fasi.

E le cose come stanno a New York?

Tante delle persone che abitano a New York sono state vaccinate. Le attrazioni di New York sono aperte; puoi guardare una partita del tuo sport preferito e vedere un musical su Broadway. Per maggiori informazioni sul coronavirus a New York, leggi qui.

Da quando puoi viaggiare a New York?

A partire dall’8 novembre 2021, tutte le persone completamente vaccinate, possono salire di nuovo sull’aereo e viaggiare a New York.

L’uso di questo sito implica il consenso all’utilizzo dei cookie e la normativa sulla privacy. Per maggiori informazioni leggi qui.

Iscriviti alla mia newsletter