Perché esce vapore dai tombini a New York?

Vapore dai tombini a New York

Perché esce vapore dai tombini a New York? Il vapore acqueo arriva dal sistema di teleriscaldamento di New York. Questo riscalda la maggior parte della città e provvede anche al suo raffreddamento. Il vapore a New York non è una vista insolita. I tombini che fumano e i grossi tubi arancioni e bianchi con il vapore fanno parte del sistema. Gli impianti di teleriscaldamento sono formati da circa 170 chilometri di tubature d’acciaio che corrono sotto le strade di New York. Leggi qui sotto per sapere di più sul fumo che esce dai tombini di New York.

Il vapore per le strade di New York

Il vapore a New York lo si vede uscire dai chiusini e il vapore dei grossi tubi arancioni e bianchi sono semplicemente la condensa del sistema di riscaldamento e raffreddamento della città. Questo viene prodotto quando l’acqua fredda viene a contatto con i tubi caldi o quando si verifica una perdita da qualche tubatura sottoterra. Se c’è una perdita, è necessario scavare, tuttavia si può accedere a parte del sistema anche dai tombini delle fogne.

La funzione di questi “camini” che incanalano il vapore è quella di assicurare che il traffico circoli in modo ben separato rispetto allo sfiato. Di conseguenza, il fumo non disturberà nessuno perché uscirà a un’altezza ben più elevata rispetto alla strada. Inoltre, il vapore acqueo, che potrebbe essere molto caldo, in questo modo non arriverà in faccia ai passanti.

Vapore dai tombini a New York - Fumo sulle strade di New York Vapore dai tombini a New York - Vapore a New York

Posti freschi a New York

Il vapore a New York può anche essere utilizzato per alimentare grandi impianti di raffreddamento. Ciò permette l’uso di aria condizionata e altri metodi per rinfrescare gli edifici. Sono in particolare i musei a fare uso di questo sistema, come ad esempio il MoMA e l’American Museum of Natural History. Questo non solo rende la visita ai musei più piacevole, ma aiuta a proteggere le opere d’arte e gli altri oggetti in esposizione.

Il sistema di teleriscaldamento di New York

Sin dal marzo 1882, la Grande Mela viene ampiamente riscaldata dal sistema di teleriscaldamento di New York. Ci sono più di 170 chilometri di tubi di acciaio che corrono sotto le strade della città, portando il vapore a più di 1.500 edifici. Il teleriscaldamento riscalda tanti edifici, tra i quali anche l’Empire State Building, il Rockefeller Center e Grand Central Station. In queste strutture, anche l’acqua dei rubinetti si scalda tramite il teleriscaldamento.

Come funziona il sistema di teleriscaldamento di New York?

Il sistema funziona così: l’acqua entra in un generatore di vapore dove viene prima di tutto depurata per renderla priva di sostanze tossiche che potrebbe altrimenti rilasciare. Dopodiché, l’acqua viene riscaldata con gas naturale in una delle caldaie fino al raggiungimento di una certa pressione e temperatura, solitamente intorno ai 236° C. Dopodiché viene distribuita in tutti gli edifici attraverso il sistema di tubature.

L’azienda dietro questo sistema è stata, fin dal principio, Con Edison, anche conosciuta a New York come ConEd.

Perché esce vapore dai tombini di New York?

Questo avviene per via del sistema di riscaldamento di New York. Leggi di più qui.

Fa male se respiri il vapore di New York?

Respirare il vapore di New York non fa male, tuttavia può essere molto caldo.

Si può vedere il vapore nelle strade di New York anche d’estate?

Il vapore a New York si può vedere anche nei mesi estivi. Questo a causa delle temperature alte dei tubi sottoterra.

Perché esce fumo dai tombini di New York?

Esce fumo dai tombini di New York per via dello sfiato del sistema di teleriscaldamento.

Questo articolo è stato utile? Raccomandatelo assegnandomi una valutazione:

L’uso di questo sito implica il consenso all’utilizzo dei cookie e la normativa sulla privacy. Per maggiori informazioni leggi qui.

Iscriviti alla mia newsletter